TUTTO NEWS

E se l’anidride carbonica si usasse come carburante?

Uno studio apre a una scoperta rivoluzionaria

E se l’anidride carbonica si usasse come carburante?

Ph: Andrew Higley/UC Creative

Un gruppo di ricerca dell’Università di Cincinnati, negli States, ha utilizzato un catalizzatore di carbonio in un reattore per convertire l’anidride carbonica in metano. Il procedimento esisteva già su piccola scala e viene utilizzato per rimuovere l’anidride carbonica nelle astronavi, ripulendo l’aria e producendo carburante per la stazione in orbita.
Ora, grazie ai progressi fatti negli anni, questa tecnica potrebbe essere adottata anche sulla Terra e su larga scala; ad esempio nelle centrali elettriche che generano tonnellate di anidride carbonica. 
"Il processo è 100 volte più produttivo di quanto non fosse solo 10 anni fa – spiega il professor  Jingjie Wu, a capo dello studio – Quindi possiamo immaginare che i progressi arriveranno sempre più velocemente. Nei prossimi 10 anni, avremo molte aziende startup intenzionate a commercializzare questa tecnica".
Questa stessa tecnica potrebbe rendere più agevole anche andare su Marte e magari rimanerci: In questo momento, se vuoi tornare da Marte, dovresti portare il doppio del carburante, che è molto pesante. E in futuro avrai bisogno di altri combustibili. Quindi possiamo produrre metanolo dall’anidride carbonica e usarlo per produrre altri materiali. Allora forse un giorno potremmo vivere su Marte”, ha azzardato Wu. 
Prima di pensare a Marte, eliminare un po’ di anidride carbonica dal nostro Pianeta e produrre energia è l’utilizzo migliore che si possa fare di questa tecnica. 

Interviste

Radio 105 sempre con te!

Disponibile su